Sardegna Verticale

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home

Trek dei Due Mari

E-mail Stampa PDF

"Il Trekking dei Due Mari" è un percorso di quattro giorni lungo falesie, scogliere, cale e spiagge della costa nord-ovest della Sardegna; partendo da Capo Caccia (Alghero), giunge sino a Capo Falcone (Stintino), sul Golfo dell'Asinara.


Trek dei Due Mari

L'itinerario sviluppa lungo le suggestive falesie e scogliere della Nurra, comprese tra i territori comunali di Alghero e Sassari; si parte dal belvedere di Capo Caccia e si percorrono più di cinquanta chilometri, affrontando dislivelli tra diversi contesti geologici, rigogliosa macchia mediterranea, spiagge e insenature, giungendo infine a Capo Falcone, dove ci si affaccia sul Golfo dell'Asinara. Durante il viaggio si pranza al sacco; la sera, affascinati dai tramonti che la costa occidentale regala, dopo una cena calda si trascorre la notte in tenda, e al mattino si riprende il cammino lungo mare. Un esperienza unica tra profumi e colori che difficilmente si potrà dimenticare!



Località: Alghero; Sassari

Periodo: Marzo/Giugno - Settembre/Novembre

Durata: 4 giorni

Difficoltà: EE (escursionisti esperti)

Sviluppo: 55 chilometri



1° Giorno

Il sentiero percorre maestose falesie carsiche a picco sul mare, e dalla propaggine di Capo Caccia raggiunge la panoramica Torre della Pegna; scende poi sino a insenature e isolotti - come Cala della Puntetta, l'Isola Piana e Cala della Barca - risale nuovamente in quota per toccare il culmine con Punta Cristallo, e infine ridiscende ancora al mare, attraversando Cala Viola e giungendo a Torre del Porticciolo.

- Tempo indicativo: 6 ore circa; difficoltà: EE - punto di ritrovo e partenza presso parcheggio belvedere di Capo Caccia; - pranzo al sacco - cena e pernottamento all'aperto presso Torre del Porticciolo;

2° Giorno

Dopo le scogliere di Torre Bantine Sale, il vasto arenile di Porto Ferro precede il suggestivo promontorio che vede svettare Punta Belardinu e Punta Lu Caparoni. Da qui in poi il contesto geologico cambia, e i calcari e le arenarie lasciano il posto a porfidi, graniti e scisti cristallini; questi ultimi, in particolare, caratterizzano la zona e costituiscono il complesso minerario dell'Argentiera. Dalla collina il sentiero ridiscende infine verso il mare, supera Pischina Salidda, Porto Palmas e giunge presso le insenature di Li Fureddi.

- Tempo indicativo: 7 ore circa; difficoltà: EE - prima colazione; - partenza da Torre del Porticciolo; - pranzo al sacco; - cena e pernottamento all'aperto presso Li Fureddi;

3° Giorno

Un susseguirsi di cale sperdute e impervie, nascoste da promontori e insenature frastagliate, il più delle volte difficilmente accessibili; sempre snodandosi tra rocce e vegetazione, il sentiero  supera Capo Negru, Capo Mannu, Punta de Lu Nibaru, si affaccia sullo Scoglio Businco e continua lungo le falesie sovrastate dai maggiori rilievi, quali Monte Rugginosu, Punta Romasinu, Punta Manna e, infine, Punta Unia, con la sua sottostante cala.

- Tempo indicativo: 7 ore circa; - difficoltà: EE - prima colazione; - partenza da Li Fureddi; - pranzo al sacco; - cena e pernottamento all'aperto presso Punta Unia;

4° Giorno

Superata l'Isola dei Porri, il sentiero raggiunge la Punta Ruia, scende verso la Tanca della Marina, costeggia la propaggine della Carasanta e arriva alla cala di Coscia di Donna; doppiata la Punta del Francese, la costa diventa particolarmente frastagliata, e in seguito presenta creste e lisce piattaforme di scisto argentato che creano dei piccoli sistemi di cenge e cornicioni. Ecco quindi Punta De Su Torrione, Cala di Capotagliato, Punta Scoglietti, Cala degli Scoglietti, Cala Secca e la Torre Falcone; da qui il sentiero costeggia strade e abitazioni, e in breve tocca il punto estremo della costa, Capo Falcone.

- Tempo indicativo: 7 ore circa; difficoltà: EE - prima colazione; - partenza da Punta Unia; - pranzo al sacco; - arrivo presso Capo Falcone, conclusione del trekking.


Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.trekdeiduemari.it


 

Menu Principale